Il prof. Paolo Crepet è intervenuto in studio a Otto e Mezzo, programma condotto da Lilly Gruber, su La7, nella puntata del 28 febbraio 2014. Con Crepet, in studio insieme alla giornalista Norma Rangeri de Il Manifesto, è intervenuto anche il filosofo Massimo Cacciari, in collegamento esterno. Perfetta sintonia fra Crepet e Cacciari nell’interpretazione del fenomeno Matteo Renzi, seppur da due punti di vista diversi: uno più sociologico, l’altro più politico. Per Crepet, che non ha dato giudizio politici, Renzi dimostra ambizione, voglia di fare e impegno che dovrebbero essere caratteristiche tipiche della sua età, per Cacciari l’accento è posto sul rinnovamento della politica, in una visione in cui destra e sinistra sono categorie ormai  superate da  una moderna visione più trasversale agli schieramenti classici, che vede una distinzione non più secondo i vecchi canoni ideologici ma più propriamente fra  innovatori e conservatori. Naturalmente opposta la visione della giornalista de Il Manifesto, legata all’idea classica di Sinistra.

Vedi il video a questo link: Renzi, dalle parole ai fatti